Mente Locale
idee
Conosciamoci.
Dallo scambio di idee ed esperienze possono nascere grandi simpatie.
E interessanti opportunità.

Pensavo Peccioli

Festival 2020, le Cose Cambiano
  • ClienteFondazione Peccioli per l'Arte
  • SettoreEventi, Festival
  • ServiziImmagine coordinata edizione 2020
  • Websitewww.pensavopeccioli.it
Pensavo Peccioli
il festival dedicato all'attualità e all'analisi delle cose che cambiano.

Un Festival giovane ma già importante e seguitissmo, con la direzione artistica di Luca Sofri, direttore de Il Post.
L’idea? Un festival che aiutasse a comprendere come sta cambiando tutto: “tre giorni per capire cosa sta succedendo, a noi e al mondo”.
Tanti gli ospiti delle prime edizioni: Alessandro Baricco, Gianrico Carofiglio, Marco D’Amore, Giuliano Ferrara, Carlo Verdelli, Marianna Aprile, Carlo Gabardini, Francesca Mannocchi, Paolo Nori, Michele Serra, Annalisa Cuzzocrea, Walter Veltroni, Jovanotti e tanti altri.

Pensavo Peccioli
Pensavo Peccioli
Pensavo Peccioli
PENSAVO PECCIOLI. LE COSE CAMBIANO
Il Festival di Peccioli come moderna agorà, momento di confronto e di dialogo.

Le relazioni umane si fondano sul dialogo. Le società crescono e progrediscono quando ci si ferma ad ascoltare, a conoscere altro, a ricevere e scambiare informazioni. Potremmo immaginare un mondo ideale come una moderna agorà, luogo di dialogo (nella sua accezione etimologica di confronto verbale che "attraversa" due o più persone come strumento per esprimere sentimenti diversi e discutere idee non necessariamente contrapposte).
Abbiamo raccontato questa suggestione come un pianeta Terra in cui i contorni dei continenti raffigurano proprio questa tendenza al dialogo, all'informazione e allo scambio di informazioni. Il festival di Peccioli ne diventa incubatore, contenitore culturale che apre al dialogo inteso come scambio di informazioni e veicolo di crescita (culturale ma non solo) delle persone.
Una vocazione raccontata in maniera semplice, familiare, attraverso la metafora del mappamondo: un pianeta a portata di mano, intellegibile. Il festival si caratterizza così come momento di dialogo su tematiche -anche di ampio respiro- affrontate in maniera comprensibile e "vicina" allo spettatore.